Brand sempre più irresistibili con contenuti onesti, coerenti ed avvincenti

Camilla Bottin
Content Manager @ THRON

Onestà, coerenza e narrazione: il segreto del successo

 
Quante volte ci siamo chiesti cosa renda irresistibile un Brand? Tantissime, quasi non le conto più. Non vi è mai capitato, infatti, di trovarvi di fronte a quelle marche che, per l’aura magnetica che emanano, vi spingono a sceglierle istintivamente, automaticamente, possiamo dire quasi inevitabilmente e di chiedervi com’è possibile diventare ogni volta svolazzanti falene attirate dalla luce scaturita dal Brand?

John Brown, Founder&President di StoryWorks, una società americana che si occupa di brand strategy e content development, ha provato a dare una risposta a questo dilemma. Secondo lui sono tre i pilastri alla base di questa capacità intrinseca di allinearsi con le priorità e le motivazioni più profonde dei consumatori: Onestà, Narrazione e Coerenza.

Il segreto del loro successo sta proprio in questo: i Brand irresistibili hanno raggiunto la vetta del successo con una narrazione avvincente che si basa sull’onestà e che viene sviluppata con coerenza. È sui tre pilastri citati poco prima che deve regolarsi l’approccio ai contenuti: Brown, per farci capire cosa intende per una narrazione onesta, avvincente e coerente, cita la CNN nel cui team di vendita ha lavorato per gran parte della sua carriera. 

La reputazione del marchio CNN si è costruita attorno a contenuti onesti e di qualità, il prodotto che fornisce ai suoi consumatori è proprio la verità: la fiducia che gli spettatori ripongono nella grande rete di notizie si è consolidata sempre di più nel tempo in quanto fin dall’inizio c’è stato un processo di base accurato di verifica delle fonti e di utilizzo di professionisti preparati e rigorosi, facendo della coerenza la bandiera del marchio, ritenuto tra i più affidabili e rispettati al mondo.

 

Tutti i brand possono essere onesti?

 
Che una rete di notizie debba essere “onesta” appare quasi scontato, ma questa caratteristica deve permeare anche l’industria del consumo e le organizzazioni di vendita b2b: ci vuole al vertice della leadership un’introspezione che dia conto degli scopi che dovrebbero animare la produzione e la consegna di tutti i contenuti del Brand. Un esempio è rappresentato dalla sezione cibo del New York Times, che applica lo stesso rigore e impegno per la verità tipico del New York Times anche ai reportage dedicati al cibo e alla cucina casalinga facendone uno degli ambassador più stimati del food e lifestyle journalism.

Non bisogna poi dimenticare la straordinaria potenza che hanno le storie per collegarsi direttamente alle emozioni del consumatore: se sei onesto ma noioso non ti segue nessuno! Ci vuole una narrazione avvincente, come quella adottata dalla Patagonia con le Footprint Chronicles, indicative di una forte responsabilità sociale e ambientale.

Se vuoi essere veramente efficace puoi circondare il tuo prodotto con una serie di contenuti in linea con la promessa del tuo Brand: Red Bull promette di dare “ali” alle persone e lo fa con una piattaforma dove ogni cosa parla della scarica di adrenalina dell’attività fisica, di audacia e di realizzazione personale in pieno stile Red Bull, che è una bevanda energetica che dà una piccola spinta, ovvero le ali, a chi ne fa uso.

Ma se si vuole sempre rispettare questa promessa, il migliore alleato è un DAM Intelligente perché, con il centralizzare i contenuti sulla sua piattaforma, ne gestisce l’intero ciclo di vita, dalla produzione alla distribuzione fino a misurarne l’engagement di ritorno.

Questo garantisce al 100% un tono di voce coerente su tutti i canali di front end e allo stesso tempo si hanno dati di ritorno su come i messaggi vengono recepiti dall’audience!