Content Audit: come farlo per migliorare la strategia di Content Marketing

Daniela McVicker
Blogger @AllTopReviews

Un articolo che spiega i vantaggi di fare Content Audit sui propri siti web, le linee guida da seguire e le insidie più comuni da evitare.

La creazione di contenuti è una delle azioni fondamentali per portare più traffico ai propri siti e aumentare la possibilità di conversioni. Ecco perché l’86% dei marketer ritiene che il Content Marketing sia una strategia chiave nelle loro attività di marketing. Alle persone piace trovare contenuti originali e rilevanti per i loro interessi, senza essere sovraccaricate da stimoli non necessari. È così che si ottiene e si mantiene la loro attenzione.

A tal fine, le aziende possono fare affidamento sul Content Audit dei loro siti web per identificare eventuali colli di bottiglia e individuare quelle che sono “galline dalle uova d’oro” per la propria strategia di contenuti. Per Content Audit si intende un processo sistematico di analisi e valutazione di tutti i contenuti che si sono pubblicati, per scoprirne punti di forza e di debolezza. Ma come si fa ad effettuare un Content Audit in maniera corretta, senza trascurare elementi potenzialmente importanti nel processo di valutazione?

Considerando che il 37% dei Content Marketer non ha mai completato un Content Audit, non appartenere a questa percentuale offre consistenti vantaggi in termini di differenziazione. Nelle righe che seguono, scoprirete i benefici di fare Content Audit e allo stesso tempo le ripercussioni negative in caso non venga fatta alcuna revisione dei propri contenuti. È importante imparare correttamente a farlo correttamente, in modo da poter utilizzare i dati acquisiti nella futura pianificazione della strategia di Content Marketing.

 

Vantaggi del Content Audit


Per comprendere l'importanza di fare Content Audit, è necessario conoscere il modo in cui cambierà le vostre operazioni di marketing. I seguenti vantaggi vi rassicureranno sulla necessità di dedicare il vostro tempo e i vostri sforzi nell’eseguirlo in maniera adeguata:

  • Contenuti che si possono riutilizzare – Non necessariamente bisogna produrre nuovi contenuti. Tramite il Content Audit, è possibile identificare i contenuti di valore che si possono riutilizzare.
  • Trovare problemi nei contenuti – Si può comprendere se vi sono problemi di performance, identificare e correggere i link non funzionanti, aumentare il valore di ricerca del sito migliorandone l'accessibilità.
  • Ripensare la qualità dei contenuti esistenti – Potete valutare quanto il vostro contenuto sia informativo, rilevante e prezioso (è troppo lungo, troppo corto, ambiguo, noioso, ripetitivo, ecc.)
  • Migliorare la struttura dei contenuti - Avere contenuti di qualità non è sufficiente se non sono accessibili e leggibili. Il Content Audit aiuta a rivedere la struttura dei vostri contenuti per renderli più attraenti per i lettori e i motori di ricerca.

 

Le insidie comuni del Content Audit


Molti marketer trovano che fare audit sia dispendioso in termini di tempo, noioso e a volte confuso e non si impegnano molto nel processo. Si tratta di un grosso errore. Farlo con mancanza di volontà e determinazione si riflette nelle seguenti insidie:

  • Si svolge un Content Audit generico, senza un obiettivo o un obiettivo specifico
  • Non si documenta il processo di audit (come utilizzerete le informazioni raccolte se non le scrivete?)
  • Ci si concentra su metriche errate e si raccolgono di conseguenza informazioni irrilevanti
  • Non si utilizzano strumenti per velocizzare e automatizzare la raccolta dei dati
  • Si rende il Content Audit un semplice inventario. Non si tratta solo di un elenco di contenuti e dati, ma richiede un'analisi avanzata, utilizzando varie fonti e disponendo di conoscenze specialistiche.

Anthony Black, un content editor di Grabmyessay, ha condiviso preziosi consigli sull'argomento: "Per quanto innocui possano sembrare alcuni di questi errori, possono essere fatali per la vostra strategia di Content Marketing. Un solo passo falso può portare a una direzione sbagliata e a tonnellate di informazioni irrilevanti e inutili. Scegliete le vostre battaglie con saggezza".

Linee guida per il Content Audit da seguire

Un Content Audit superficiale o incompleto ha quasi lo stesso valore di un Content Audit non effettuato. Per questo motivo, dovreste seguire religiosamente queste linee guida. Esse faranno in modo che non vi sfugga nessun passo fondamentale. 

  • Stabilite obiettivi e aspettative - Identificate il motivo della vostra verifica dei contenuti. Vi aiuterà a determinare le azioni da intraprendere per acquisire le informazioni necessarie. Queste sono le informazioni che vi aiuteranno a creare una strategia di Content Marketing che migliorerà l'efficacia dei vostri contenuti.
  • Categorizzate i contenuti - Se volete determinare i loro punti deboli, avete bisogno di categorizzare i contenuti (ad esempio titolo, categoria dell'argomento, ranking secondo le keyword principali, traffico di ricerca organico secondo una media mensile, il tasso di rimbalzo del traffico di ricerca organico, il numero di backlink ecc.)
  • Ordinate i contenuti con diversi filtri - Sarà più facile accedere ai risultati se si utilizzano i filtri per ordinare i contenuti. Impostate i tipi di pagine e filtrate i contenuti in base a caratteristiche specifiche (visualizzazioni delle pagine, commenti, vendite, ecc.) Quello che Antti Alatalo di Cashcow consiglia è "filtrate tutte le pagine del sito web e cercate quelle che hanno zero impressions".
  • Create un piano d'azione per ogni singolo contenuto - Dettagliate il piano futuro per ogni singolo contenuto. Ognuno di essi è diverso e tutti hanno bisogno di un approccio diverso per migliorare.
  • Estrapolate un nuovo piano di contenuti - Prendete tutte le informazioni raccolte e usatele sistematicamente per formare ed estendere un nuovo piano editoriale.
  • Tracciate la vostra nuova strategia di Content Marketing - Non saprete mai se la vostra strategia è efficiente se non ne tracciate le prestazioni. Quindi, seguite tutto ciò che accade una volta che avrete messo in atto il vostro nuovo piano.

Conclusione

Con queste informazioni in mente, siete tutti pronti a fare il Content Audit che sarà la linea di base della vostra strategia di Content Marketing. Ora che sapete quali linee guida seguire, potete individuare i passi mancanti e compierli con le suddette azioni indispensabili.

Tenete gli occhi sull’obiettivo e siate coerenti. Le informazioni che questo processo, se fatto correttamente, vi fornirà saranno l'ingrediente cruciale che può aiutarvi a formare la perfetta strategia di Content Marketing.