Benvenuti sul palcoscenico del marketing digitale

La Content Intelligence è il direttore dell'orchestra dei contenuti aziendali

Nel mondo digitale di oggi, i brand sono diventati editori. Producono e pubblicano contenuti di tutti i tipi per coinvolgere il proprio pubblico, formato da clienti e utenti. Perciò, uno strumento esperto di gestione come la Content Intelligence è divenuto di grande importanza per ogni azienda.

Se nel mondo del fashion i magazine stanno diventando retailer, con pubblicità personalizzate e landing page adibite agli acquisti online, i negozi stanno diventando influencer.

Net-a-porter, ad esempio, ha sua rivista digitale, ma anche grandi magazzini come La Rinascente o Macy’s hanno una storia da raccontare durante il customer journey, online o offline, come la passeggiata tra uno scaffale e l’altro alla ricerca del vestito perfetto per una serata. Allo stesso modo, i blogger si comportano sempre di più come dei brand, vendendo online servizi (webinar, consulenze) o proprie linee di prodotti.

Non importa in quale di questi scenari ti trovi: se sei un digital marketer, avrai comunque migliaia di contenuti da gestire e pubblicare. Che siano pagine HTML, immagini, video, gallerie fotografiche o file audio, non basta solo pubblicarli.

Una volta che saranno visibili sui tuoi canali, hai bisogno di analizzare i dati che ti forniscono, per capire la performance che hanno avuto tra i tuoi utenti. Quel video su cui ho passato settimane e investito una grande fetta del budget è stato visto? Da chi? È piaciuto?

In certi casi, la sfida lanciata dal tuo contenuto può eccedere le risorse che hai per vincerla. Come se fossi un direttore d’orchestra che deve dirigere migliaia di musicisti, ognuno con uno strumento diverso, seduti in modo confuso, senza una logica. Che musica puoi sperare di fare?

I marketers potrebbero, quindi, giustamente temere che la quantità di contenuti che loro stessi stanno producendo possa danneggiare sia il brand che la customer experience che offre, ma non hanno il budget o le risorse per governare la situazione.

Sul palcoscenico del digital marketing, però, si stanno affacciando nuove soluzioni software che non si limitano a controllare i contenuti. Possono anche tenere traccia di quali pagine sono state aperte (e quali no), quali video sono stati guardati (e quali no), quali gallerie fotografiche sono state viste (o meno) – tanto quanto del tempo che i visitatori hanno passato su un contenuto, o delle call-to-action a cui hanno risposto.

I siti web sono sempre più “intelligenti” e lo stesso può essere detto per tutti gli altri canali digitali aziendali. La tecnologia è qui per aiutare i marketers ad affrontare la situazione e ottenere più valore dalle loro attività di content marketing.

La Content Intelligence è il direttore d'orchestra dei contenuti aziendali. Non perderete più tempo prezioso ad arginare la confusione dei contenuti e vi occuperete finalmente di creare la sinfonia della vostra comunicazione aziendale.

Benvenuti. L’era della Content Intelligence è iniziata.

 

Scarica il libro Content Intelligence for Dummies
per scoprire tutto ciò che devi sapere
sulla Content Intelligence.