DAM Intelligente o CMS Headless: quale scegliere?

La Redazione
Content Intelligence Network

Conosciamo tutte le funzionalità e gli strumenti di cui abbiamo bisogno nella gestione di un business online? Nella costruzione dell’ecosistema digitale della nostra azienda, può capitare di imbattersi in soluzioni tecnologiche che sembrano sovrapponibili, per via di alcune caratteristiche simili.

È il caso del DAM Intelligente (THRON) e del CMS Headless. Ma le differenze ci sono, vediamole insieme:  

  • Facilità di integrazione via API

Per via della sua natura acefala, che stacca la gestione dei contenuti dalla parte di presentazione, il CMS Headless è API-first: i contenuti vengono inseriti nell’ambiente di publishing attraverso un’API che li adatta in base all’app o alla tecnologia richiesta.

La velocità di esecuzione e l’alta flessibilità si prestano bene alla necessità di condividere contenuti e dati attraverso piattaforme diverse dal singolo sito, considerando che le aziende, per stare al passo con il mercato, si trovano a fronteggiare e a dover alimentare nuovi canali emergenti (app, mobile, smart assistant, IoT, sistemi di domotica etc.).

Similarmente THRON, attraverso un insieme di API, è uno strumento di controllo centralizzato che permette di gestire l’accesso agli “oggetti” digitali caricati sulla piattaforma (immagini, video, documenti etc.) e di condividerli/incorporarli nei front end voluti.

Ma già a questo punto possiamo mettere in evidenza due differenze non di poco conto, la prima sulla funzionalità e la seconda a riguardo delle dimensioni dei contenuti in gestione. Il CMS, che nasce con lo scopo di alimentare siti, ospita blocchi di costruzione WYSWYG completi per consentire agli utenti privi di conoscenze di sviluppo di creare pagine web di impatto. Per cui si focalizza sulla creazione e gestione di “pezzi aggregati” (es. titolo + immagine + testo) di pagina web.

Il DAM Intelligente, il cui uso è trasversale a più reparti (e non solo quelli editoriali) invece, è più modulare e rende ancora più atomico il contenuto perché lo descrive nei dettagli grazie a metadati applicati dagli algoritmi AI e quindi è più facilmente riutilizzabile al di fuori del contesto di origine.

Inoltre, a differenza di THRON, il CMS Headless ha limitate capacità di gestire contenuti di grandi dimensioni, come video di diversi GB, documenti da centinaia di MB, foto in HD etc. che spesso trovano un ruolo importante in pagina ai fini della conversione.

Entrambe le soluzioni hanno il vantaggio di servire la multicanalità richiesta dalle moderne strategie di Marketing, ma ciò avviene con profondità maggiore in THRON, che dalla sua ha una migliore capacità di comprensione del contenuto, anche quando a comporlo sono diversi giga, pixel o megabyte.

img_modulo_elasticlouddelivery

  • Workflow di creazione e approvazione dei contenuti

Abbiamo già detto che i CMS Headless, per servire un numero illimitato di front end, devono essere agili, flessibili e altamente scalabili, per cui una moderna architettura cloud può essere indicata. La maggior parte di CMS headless, infatti, è hosted, ovvero il loro core di CMS è offerto come Saas (Software-as-a-service), così come il DAM Intelligente.

Questo implica i vantaggi del pay-per-use e il ricorso ai servizi offerti da un provider libera l’azienda dal doversi preoccupare di aggiornare le condizioni di sicurezza e manutenzione perché sono in carico direttamente al provider.

Ma per quanto riguarda la gestione di un sistema guidato e personalizzato di controlli e approvazione del ciclo di vita del contenuto (il cosiddetto workflow), la bilancia pende a favore del DAM Intelligente. 

create_workflow

In primis per la Media Library, che in un CMS può diventare un repository per i contenuti da pubblicare sul sito web ma con limitate capacità di ricerca, condivisione e autorizzazione. La classificazione degli asset, con effetto retroattivo, operata dal motore semantico di THRON abilita il versioning e la possibilità di compiere ricerche trasversali e immediate.

I contenuti, centralizzati nell’unico hub del DAM, vengono embeddati e condivisi con facilità all’interno e all’esterno della piattaforma, che può essere customizzata a seconda delle esigenze degli specifici stakeholder, senza che venga mai a mancare la governance dell’azienda e senza che vi sia la necessità di duplicare i contenuti.

  • Template siti web

Uno dei punti di forza del CMS sta nella possibilità di personalizzare la grafica del proprio sito grazie ai template per la presentazione dei contenuti. Il CMS Headless ha, tra l’altro, il vantaggio di poter esportare i contenuti tramite servizi web ad uso e consumo di altri sistemi e non di un singolo sito.

Allo stesso modo THRON pubblica tutti i contenuti direttamente dal DAM su qualsiasi piattaforma (sito web, e-commerce, app etc.) grazie al modulo Elastic Media Delivery, applicando funzionalità di adeguamento automatico a seconda del canale e della banda disponibile.

Ma qual è l’aspetto che i contenuti deliverati da THRON assumono sul sito web? C’è bisogno di integrarlo a un CMS per poter disporre di template con cui personalizzare la resa grafica? La risposta è no perché direttamente dal DAM è possibile personalizzare l’aspetto e il comportamento del player in pagina.

THRON, infatti, ha un riproduttore multimediale universale (Universal Player) dispone di un editor di codice (css e javascript) che consente di intervenire in dettaglio su comportamenti ed effetti visuali.

delivery_05_contentexperiencemanager

In questo modo, attraverso il template del Player, si può decidere non solo come il contenuto viene renderizzato nel front end ma possono essere personalizzati anche altri elementi che compongono la pagina. Un cliente che usa THRON, ad esempio, può decidere di far apparire insieme alla tag che indica un determinato contenuto un preciso elemento visuale preparato dai grafici.I possibili confronti si fermano qui perché THRON, oltre a sopperire con successo e con maggiore completezza a tutte le necessità evidenziate, ha funzionalità che il CMS Headless non può eguagliare: parliamo della Content Intelligence e del Product Data Management. Di cosa si tratta?

Il profilo di ogni utente, conosciuto o anonimo, viene arricchito delle tag relative alle caratteristiche dei contenuti che ha visualizzato. In questo modo è possibile conoscere in tempo reale gli elementi di conversione e costruire un’offerta editoriale ad hoc.

img_modulo_contentintelligence

Con THRON è possibile gestire direttamente la relazione tra contenuti e prodotti, dato che le informazioni di prodotto, trasformate in tag, possono essere usate per classificare i relativi asset. In tal modo diventa semplice automatizzare l’alimentazione dell’e-commerce con schede prodotto complete e, grazie alla Content Intelligence, misurare le prestazioni di argomenti e contenuti presenti in pagina e personalizzare la navigazione utente con raccomandazioni rilevanti.

img_modulo_intelligentpimSe stai pensando di ricorrere a un CMS Headless... un DAM Intelligente come THRON offre molto di più!