Scopriamo Drupal, un CMS dalle mille funzionalità

Stefania Grosso
Content Writer @TechWarn

Drupal: cos’è, a cosa serve, quali sono i vantaggi. E perché sceglierlo rispetto a WordPress.

Creare un sito web al giorno d’oggi è molto più semplice di quello che pensiamo. Certo, ci sono regole da rispettare, alcune accortezze da seguire, ma con un buon CMS (Content Management System), il risultato può essere davvero soddisfacente.

Vi abbiamo già parlato del CMS più famoso e più utilizzato, WordPress, oggi invece andremo a vedere un altro Content Management System, che offre funzionalità modificabili e pensate per tutte le necessità: Drupal.


Drupal: cos’è

 

Drupal è un sistema di gestione dei contenuti per creare siti web, blog ed e-commerce personalizzati. Il software può essere facilmente scaricabile da Drupal.org ma tuttavia, utilizzare Drupal non è semplice come iniziare a creare un sito con WordPress, dunque necessita di alcune guide aggiuntive (tutte ottenibili dal sito ufficiale).

Le funzionalità di Drupal sono raggruppate in “moduli” che possono essere utilizzate per modificare i contenuti all’interno del sito. Essendo un moderno CMS, ha molte funzionalità per la gestione di un sito tramite una GUI (Graphic User Interface), tra cui:

  • creazione e modifica di contenuti con strumenti di editor
  • controllo dello stato della pubblicazione e dei flussi di lavoro
  • creazione e gestione di URL personalizzati e voci di menù
  • gestire gli utenti e l'accesso che hanno ai contenuti e alle funzionalità del sito
  • organizzazione dei contenuti con categorie e pagine di elenchi
  • spostare blocchi di contenuto in diverse aree della pagina

Sotto la potente interfaccia utente, c'è un framework orientato agli oggetti (OOP) molto flessibile. Ciò consente agli sviluppatori di mettere a punto con precisione un sito con Drupal molto più di quello che WordPress concede agli utenti. In Drupal è presente anche un esteso sistema di template che utilizza il linguaggio di template Twig, che consente di personalizzare ampiamente l'aspetto del sito.

 

Drupal e la sua grande community

 

Drupal vanta inoltre una vasta comunità di utenti, con migliaia di designer che contribuiscono alla libreria dei moduli per la creazione di nuovi contenuti, caricati soprattutto nelle repository di GitHub. 
Esistono moduli per un'ampia varietà di funzionalità, tra cui:

  • ShareThis per condivisione social
  • Effetti immagine
  • Plug-in di calendario
  • CAPTCHA
  • Google Analytics e plug-in di metatag

L'aggiornamento più recente da Drupal 7 a Drupal 8 ha reso l'integrazione e l'uso dei moduli contribuiti più semplice e persino migliore di prima. Ci sono decine di migliaia di moduli attualmente disponibili per quasi tutte le esigenze di siti web che potresti immaginare.

 

Drupal vs WordPress

 

Sebbene WordPress sia un eccellente CMS, Drupal è spesso la scelta migliore per siti web complessi, ricchi di contenuti e ad alto traffico, nonché per quelli con grandi database (di utenti o di prodotti).

WordPress può essere leggermente più facile da usare, ma manca della profondità e della potenza di cui hanno bisogno molte grandi aziende e agenzie in un sito professionale. Naturalmente si aggiungono dei costi di gestione e strategia: per ogni sito web che si va a creare ci sarà la necessità di trovare un host adatto alle nostre esigenze, pianificare i costi e la strategia di marketing efficace ma anche attivare sistemi di sicurezza e protezione per i nostri siti (tenete dunque in conto il costo di una VPN, di un provider di SSL superiore e simili).

In conclusione, Drupal è sicuramente uno dei migliori CMS presenti sul web, ma sicuramente richiede delle mani più esperte rispetto a WordPress.