Una buona Content Intelligence parte dalla classificazione dei contenuti aziendali

Crea la tassonomia giusta per il tuo brand: scarica la guida

Nicola Meneghello
Founder & Member @ Content Intelligence Network

Classificare i contenuti (applicandovi tag) porta molteplici vantaggi.
Farlo con la Content Intelligence, di più.

Potrai, infatti, migliorare il sistema di classificazione dei tuoi contenuti così da

  • rendere più preciso il sistema di ricerca dei contenuti;
  • migliorare la correlazione tra i contenuti;
  • raccogliere dati precisi e coerenti sugli interessi delle persone.
  • misurare la performance dei contenuti che produci.

 Quando si ha a che fare con molti contenuti aziendali è normale cercare metodi per organizzarli, perché siano più facilmente ricercabili in una piattaforma di gestione dei contenuti, oppure su un sito web. Anche la correlazione che suggerisce all’utente di passare da un articolo all’altro quando è su un blog può basarsi sulla classificazione.

La Content Intelligence aiuta le aziende a ricavare il massimo valore dai contenuti: una corretta tassonomia è un passo essenziale per iniziare a beneficiarne.

 

Perché leggere questo white paper?

 

Con questo white paper vogliamo proporti delle linee guida che il tuo brand può seguire per trarre il massimo valore dai contenuti che produceLeggendo questo white paper imparerai a

  • creare in pochi passi una tassonomia appropriata per il tuo brand.
  • Taggare i contenuti correttamente e velocemente.
  • Raccogliere dati per ottenere i benefici della Content Intelligence, cioè
    • Aumentare la produttività e l’efficienza
    • Proteggere il brand e la proprietà intellettuale
    • Aumentare l’engagement e i tassi di conversione

Scarica il white paper
e mettiti subito alla prova!

Scarica la guida

 

Vuoi utilizzare le immagini del white paper per le tue presentazioni? Scarica qui gli elementi grafici.