UGC Contest, come gestirli in maniera efficace con THRON

La Redazione
Content Intelligence Network

In che modo THRON sopperisce ai disagi delle aziende che devono creare e gestire UGC contest sul proprio sito web e ne amplifica l'engagement.

In questo articolo trovi:

  • Cosa sono gli UGC Contest e a cosa servono
  • Quali sono le difficoltà che le aziende incontrano nel crearli
  • In che modo THRON è in grado di assorbire e gestire grandi quantitativi di UGC
  • I vantaggi in termini di infrastruttura, controllo e monitoraggio
  • Un esempio pratico con il rimando ai dettagli tecnici

 

Cosa sono gli UGC Contest e a cosa servono

 

Stimolare il coinvolgimento degli utenti che per indole sono curiosi e desiderosi di interagire. Questo è l’obiettivo degli UGC (User Generated Content) Contest, i contest online dove il brand invita le persone a realizzare contenuti in vista di un premio.

Le aziende che propongono questi contest, simili per dinamiche alla gamification, lo fanno con lo scopo di migliorare la brand awareness e fare lead generation, ovvero acquisire traffico qualificato. 

Dal rafforzare il senso di community e di appartenenza al brand all’incremento del database utenti grazie a CTA a cui è necessario dare seguito per partecipare (form da compilare etc.), i vantaggi del proporre UGC contest sono riconosciuti.


Creare UGC Contest: le difficoltà

 

Però le aziende nel creare UGC contest sul proprio sito web incontrano non pochi disagi dato che il sito si troverebbe ad ospitare nell’arco di poco tempo un’enorme mole di file di vari byte o giga (foto, video etc.) caricati dagli utenti.

Questo comporta pesanti conseguenze sull’infrastruttura server, che ne esce rallentata e congestionata. Le perdite economiche si misurano non solo in termini di retention del sito (più è lento prima gli utenti se ne fuggono) ma anche di mantenimento dell’infrastruttura, con l’aumento dei costi dovuto all’acquisto di nuovo spazio storage.

 

THRON e gli UGC: un’accoppiata vincente


THRON è un'Enterprise Content Platform che permette di archiviare, organizzare e gestire i contenuti UGC generati dal contest in maniera ottimale per una serie di motivi:

1) INFRASTRUTTURA

2) CONTROLLO

3) MONITORAGGIO

infrastructure-control-monitoring

1) INFRASTRUTTURA - Libera l’infrastruttura server da “stress” continui

Come Saas (Software-as-a-service), THRON è dotato di un’infrastruttura cloud elastica e scalabile, che ben si adatta alle esigenze del cliente. Tra le sue capacità includiamo:  

  • la gestione dei picchi di carico

Il sistema riesce ad assorbire qualsiasi carico di contenuti, anche di grandi dimensioni aumentando le risorse a disposizione in caso di picchi di richieste e riducendole al decrescere delle stesse, senza che l’azienda debba preoccuparsi di intervenire sull’infrastruttura. I vantaggi si riflettono sulle prestazioni, sempre ottimali, e sui costi, che sono commisurati all’utilizzo effettivo (e non pagando una tantum).

Quando gli utenti vanno a caricare i contenuti sul sito, l’architettura del server è sollevata dallo stress di gestire decine di migliaia di interazioni al secondo perché si appoggia direttamente a quella di THRON, con consistenti vantaggi in termini di semplificazione tecnologica.

  • la transcodifica automatica dei file multimediali

THRON garantisce flessibilità quando si lavora con file multimediali di grandi dimensioni perché li converte simultaneamente in più formati e sceglie quale mostrare a seconda del dispositivo utilizzato dall’utente e della qualità della connessione.

Ad esempio, caricando su THRON un video full HD registrato da videocamera, lo si può riprodurre e rendere visibile su qualsiasi dispositivo, anche mobile, grazie all’operazione di transcodifica. Il tutto avviene senza incontrare alcun problema di fruizione.

Una stessa immagine che su fotocamera digitale AVC ha una risoluzione di 1920x1080 con proporzioni 16:9, su un iPhone 3 ha una risoluzione di 480x320 con proporzioni 4:3. A scegliere il profilo adatto al dispositivo utilizzato e alla connessione dell’utente ci pensa THRON, che assicura sempre la massima qualità di consegna dei contenuti e il sito web ne guadagna in responsività.

Nel caso dei contenuti UGC, il sito che si appoggia a THRON può ospitare file di grandi dimensioni senza che ci sia bisogno di preoccuparsi del loro rendering/streaming finale.  

ugc-contest-auto-wall-device

  • predisposizione alla distribuzione su qualsiasi canale

THRON, che grazie alla razionalizzazione operata dai motori AI conserva nei suoi archivi un’unica versione del contenuto che poi prepara in più versioni, diventa l’unica fonte degli asset aziendali, che vengono distribuiti direttamente dal DAM ai vari canali.

La piattaforma, infatti, ha una CDN integrata e un player universale che accelerano la consegna dei file senza congestionare il server o dover ricorrere a servizi esterni di CDN o di riproduzione multimediale.

Il risultato è una delivery semplificata e ottimizzata di cui possono beneficiare tutti i canali con cui comunica il brand, compreso il sito che ospita l’UGC contest.   

2) CONTROLLO - Garantisce il controllo sui contenuti generati dall’utente

Si sa che gli UGC sono i contenuti generati dall’utente, per cui il fake o gli haters sono dietro l’angolo e prima di pubblicare qualcosa sul sito corporate è bene garantire un minimo di controllo.

THRON lo rende possibile perché permette di strutturare workflow condivisi che seguono il contenuto per tutto il suo ciclo di vita. Questo perché la piattaforma, grazie al supporto dell’AI, mette al centro dei suoi processi il contenuto, che viene compreso semanticamente e organizzato in cartelle, una per ciascuna delle fasi approvative.

Quando gli utenti per partecipare al contest compilano un form e caricano i contenuti (foto, video etc.) sul sito, questi vengono salvati e classificati su THRON insieme ai loro dati.

Sulla piattaforma di THRON i contenuti, una volta taggati dal motore semantico, possono essere organizzati in workflow e quindi sottoposti a moderazione. Vengono, infatti, spostati nella relativa cartella di pubblicazione solo se ritenuti idonei e lo si può fare in due modalità: 1) con un processo di drag&drop eseguito manualmente 2) attraverso automatismi.

Questa funzione è importante, perché implica sempre il pieno controllo su quello che viene pubblicato. Una volta approvati, i contenuti vanno a popolare un wall diventando visibili sul sito a tutti gli utenti che possono navigarli, commentarli ed eventualmente votarli.

3) MONITORAGGIO - Permette di monitorare le prestazioni dei contenuti

THRON integra nativamente la Content Intelligence e grazie all’associazione tra le tag dei contenuti visualizzati e il profilo dell’utente interessato, resa possibile dall’AI, riesce a misurare le performance dei contenuti e delle CTA pubblicate (vedi qui come tracciarle su THRON). 

contest-cta

Cos’è che ha spinto di più e coinvolto maggiormente le persone? Con i dati raccolti è possibile capirlo. Il nuovo dataset, sempre aggiornato in tempo reale sulle preferenze degli utenti, può essere integrato ai profili già esistenti sul CRM, dando uno snapshot davvero completo sul visitatore e sul suo percorso di navigazione, informazioni utili per proporre loro sul sito contenuti attinenti.


Un esempio pratico


Un noto brand dell’automotive ha lanciato un UGC Contest per la presentazione della sua nuova vettura, con un premio esclusivo per una ristretta cerchia di fortunati che potranno assistere dal vivo. Gli utenti, secondo il regolamento del contest, devono quindi caricare un video da loro realizzato sul sito (è integrato a THRON) insieme ai propri dati (nome ed e-mail).

I contenuti, uploadati sulla piattaforma nelle modalità descritte in questo articolo, vengono associati alla cartella To be approved dedicata.

Una volta moderati e approvati i video vengono spostati dal moderatore (il brand) in una cartella Approved da cui andranno a popolare il wall (per approfondimenti vai qui) dove gli utenti possono visualizzare i video e votarli.

Nel wall, ovvero la paginata che compare sul sito, i contenuti possono essere ordinati secondo i criteri voluti (es. alfabetico, data di creazione, punteggio etc.). Con THRON, inoltre, è possibile definire la Content Experience vissuta tramite la scelta del player e l’impostazione di altri parametri.

wall-auto

I vantaggi si misurano in termini di prestazioni del sito, sollevato dallo stress di assorbire questi grossi carichi di video, di controllo su quanto viene pubblicato e su come viene pubblicato e, in aggiunta, sulla possibilità di misurare in tempo reale l’incidenza delle CTA.